lunedì 19 maggio 2014

Massimiliano Lupo, o del lieve passo.


...due anni dalla separazione materiale da te, fratello di vita
arte e sogni, è dolorosa per me la condizione del "ricordare",
mi ha aiutato, dopo lunghe riflessioni, aver restaurato e
reso pubblico un sospiro vissuto assieme...




Un breve estratto della performance sonora improvvisata alla
Galleria Contemporaneo di Mestre Venezia il 05.07.2003.
Eravamo stati invitati dagli amici Manuel Frara e Laura Riolfatto di
Interno 3 a preparare un lavoro sul concetto: "We care because you do".
Fu un evento importante che ci portò ad una maggiore consapevolezza
sui tessuti sonori che, così per sfidarci bonariamente, stavamo da tempo
circuendo. Riascoltare oggi tanto di prodotto, è stato emozionante e
tossico ma, te lo dovevo da quel maggio del 2012.

Condividere la conoscenza, il tuo motto.
Condividere la conoscenza per un miglioramento della condizione
umana, mio caro, oggi perseguo grazie a te.

...e del tuo lieve passo sulle "gronde" lagunari veneziane che, amavamo
percorrere ingurgitati dalla nebbia invernale post-prandiale della,
sonnolenta domenica padana...

Ad ogni domanda che ci ponevamo, nessuna risposta appropriata,
era spina e presupposto per altre riflessioni e domande.
Ennesima tua sigaretta: sputata mia imprecazione al tuo fumare!

Massi, senza il tuo sguardo sorridente, è come vagare a piedi nudi su scogli
di basalto: bisogna ferirsi senza veder Mar raggiungibile nell'immediato.
Basta porre l'orecchio a Grecale però: è il tuo suono rivelatore e sublime
sempre evocazione poetica.

Prosit amico mio!



Puoi ascoltare e vedere l'incredibile versatilità di Massi in azione, nel web
direttamente su...
MySpace; nel celebre lavoro "Stasi" degli esAsia quindi nei video di
"Solidea" o "Ciclicamente, con il progetto Madriema oppure in una
furiosa cover di I wanna be your Dog.






xxx

Nessun commento:

Posta un commento